Al salone d’onore del Coni la premiazione dei medagliati olimpici e paralimpici della scherma azzurra

Al salone d’onore del Coni la premiazione dei medagliati olimpici e paralimpici della scherma azzurra

Beatrice Vio con la medaglia d'oro del fioretto alle Paralimpiadi di Rio

Beatrice Vio con la medaglia d’oro del fioretto alle Paralimpiadi di Rio

Sarà il salone d’onore del Coni al Foro Italico a ospitare lunedì 7 novembre la cerimonia di premiazione dei medagliati della scherma azzurra a Rio 2016. Sei i podi in totale, con in copertina le medaglie d’oro conquistate da Enrico Garozzo (fioretto individuale) nei Giochi di agosto e da Beatrice Vio (fioretto individuale), stella delle Paralimpiadi di settembre. Gli argenti olimpici sono arrivati da Elisa Di Francisca (fioretto individuale), Rossella Fiamingo (spada individuale) e dal quartetto della spada a squadre formato da Daniele Garozzo, Paolo Pizzo, Marco Fichera e Andrea Santarelli. Nel medagliere di una federazione sempre prodiga di soddisfazioni a cinque cerchi va aggiunto il bronzo del fioretto femminile a squadre paralimpico, con Bebe Vio che ha trascinato sul podio le compagne Loredana Trigilia e Andreea Mogos. Insieme agli atleti, verranno premiati i tecnici e tutti i componenti delle delegazioni della Federscherma a Rio.

Un bilancio complessivo, quello dei Giochi brasiliani, da leggere sempre al netto della rotazione delle prove a squadre che ha privato la spedizione azzurra delle chance che avrebbero avuto il fioretto femminile e la spada maschile.

Insieme al presidente della Federazione Italiana Scherma, Giorgio Scarso, ci saranno anche il Presidente del Coni Giovanni Malagò e il Presidente del Comitato Italiano Paralimpico, Luca Pancalli.

Twitter @pietroscogna

L'autore

Pietro Scognamiglio
Pietro Scognamiglio

Giornalista professionista, scrivo su Calciomercato.com, IlBianconero.com e Ubitennis.com. Telecronista Eleven Sports. Già in onda su Radio Sportiva. Cresciuto nella redazione de Il Quotidiano del Sud - edizione Basilicata. In passato anche TeleNorba. Laureato in Scienze Politiche con una tesi sul rapporto tra il tifo calcistico e i media.