Il trionfo di Parigi, la prospettiva di Wimbledon: Nadal sfida Murray per il numero uno Atp

Il trionfo di Parigi, la prospettiva di Wimbledon: Nadal sfida Murray per il numero uno Atp

Era facile identificare in Rafael Nadal il grande favorito del Roland Garros, ma nessuno avrebbe immaginato una tale facilità nell’arrivare al suo decimo trionfo a Parigi. La finale contro Wawrinka è stata un monologo, nel segno della continuità con gli standard di rendimento altissimi offerti per tutto il torneo.  Nadal non ha perso nemmeno un set, ha portato ai massimi giri il motore della resistenza fisica (è sembrato a tratti quello di dieci anni fa) ed è riuscito a deliziare il pubblico di Parigi con colpi così.

“Se nel 2005, anno del mio primo Roland Garros, mi avessero parlato del 2017, mi sarei immaginato a Maiorca, in barca, a pescare”. Così Rafa in conferenza stampa ha provato a umanizzare il suo stato di forma spaziale che lo accompagna da inizio stagione. Il black-out di Roma contro Thiem, alla resa dei conti, si è rivelato un accidente occasionale. In chiusura della stagione sul clay, Nadal lancia la sfida ad Andy Murray per il numero uno del ranking Atp. QUI su Sportface vengono spiegati i meccanismi che regolano la classifica ranking, secondo i quali l’assalto al primato dello scozzese potrebbe scattare già a Wimbledon. Murray, a dire il vero, a Parigi ha mostrato le cose migliori della sua annata fino a questo momento poco soddisfacente. Il ko al quinto set in semifinale con Wawrinka può certamente essere archiviato come la miglior prestazione stagionale di Andy, che sull’erba di casa proverà a riempire di passione la sua personale collina del tifo. Ma la sfida è aperta.

Twitter @pietroscogna

L'autore

Pietro Scognamiglio
Pietro Scognamiglio

Giornalista professionista, racconto il calcio su Dazn ed Eleven Sports. Scrivo su Ubitennis.com. Sono passato da Calciomercato.com, Radio Sportiva, Il Quotidiano del Sud, Tele Norba. Laureato in Scienze Politiche con una tesi sul rapporto tra il tifo calcistico e i media.