Quote e motori: Hamilton favorito dei bookmaker per il Mondiale di Formula 1, in Moto Gp cresce la fiducia su Dovizioso

Quote e motori: Hamilton favorito dei bookmaker per il Mondiale di Formula 1, in Moto Gp cresce la fiducia su Dovizioso

FORMULA 1 Lewis Hamilton ha chiuso nel migliore dei modi il weekend del Gran Premio del Belgio, a cominciare dalla sua pole numero 68 in carriera centrata il sabato (eguagliato così il record di Michael Schumacher) e tagliando per primo il traguardo davanti a Sebastian Vettel, che gli ha fatto sentire il fiato sul collo per tutta la gara. Grazie al secondo posto centrato a Spa, il tedesco resta leader della classifica del Mondiale con sette punti di vantaggio sul britannico, ma i bookie – fa sapere l’agenzia specializzata Agipronews – continuano a puntare sul pilota della Mercedes per il titolo. Un’ipotesi quotata 1,60 su Snai, con il ferrarista che insegue a 2,25.

QUI da Autosprint l’analisi del duello Mercedes-Ferrari al Gp del Belgio

Andrea Dovizioso

MOTO GP Vittoria a Silverstone e primo posto in classifica piloti per Andrea Dovizioso: il pilota della Ducati approfitta del problema al motore della Honda che ha costretto al ritiro Marc Marquez per prendersi la leadership del Mondiale e ora, per i quotisti di Snai, il titolo a Borgo Panigale vale tre volte la scommessa. Il favorito, riferisce Agipronews, resta sempre lo spagnolo a 1,85, con Maverick Vinales (secondo) più lontano a 5,50. Non molla neanche Valentino Rossi, sul gradino più basso del podio a Silverstone dopo aver dominato la gran parte della gara: il titolo per il Dottore – difficile da considerare del tutto fuori dai giochi – vale 7,50.

QUI un approfondimento da Eurosport sulla crescita di Andrea Dovizioso negli ultimi anni

Twitter @pietroscogna

L'autore

Pietro Scognamiglio
Pietro Scognamiglio

Giornalista professionista, racconto il calcio su Dazn ed Eleven Sports. Scrivo su Ubitennis.com. Sono passato da Calciomercato.com, Radio Sportiva, Il Quotidiano del Sud, Tele Norba. Laureato in Scienze Politiche con una tesi sul rapporto tra il tifo calcistico e i media.